N90325 Lean in qualità

Scuola di Ingegneria Industriale
Scheda Insegnamento
Anno Accademico 2016/17 Primo Semestre

foto
Docente TitolareTommaso Rossi
E-mailtrossi@liuc.it
UfficioEdificio Torre Piano Terra
Telefono0331 572388

Obiettivi di apprendimento attesi

Le caratteristiche dei mercati negli ultimi anni possono essere riassunte in tre punti fondamentali:

1-Aumento della varietà dei prodotti

2-Riduzione del ciclo di vita dei prodotti

3-Competizione sul rapporto prezzo/qualità richiesta

Per queste ragioni è diventato sempre più importante progettare i nuovi prodotti e i nuovi sistemi di produzione affinche possano fornire le prestazioni richieste immediatamente e senza difetti.

In altri termini la qualità dei prodotti e dei processi produttivi è diventato il requisito fondamentale in tutti gli ambiti competitivi e ancor di più nell'approccio Lean Manufacturing.

Infatti i sistemi Lean Manufacturing sono basatisull'ipotesi che la difettosità di prodotto e processo sia molto piccola e tenda a zero: non ci sono margini di recupero in caso di difetti nel prodotto finito.

Per questa ragione è necessario utilizzare un approccio integrato alla qualità che garantisca, organizzazione, processi e prodotti senza difetti.

Gli stuenti apprenderanno gli strumenti e i modelli necessari per realizzare tali obiettivi e che si possono riassumere nei sequenti principali temi:

1-Total Quality Management (TQM)

2-Voice of Customer (VOC)

3-Progettazione degli esperimenti con i metodi Taguchi

4-I metodi del Problem Solving

Il corso è stato progettato in modo integrato con il corso di Lean nella progettazione e quindi richiede la frequenza simultanea  di entrambi

Risultati di apprendimento attesi

Contenuti dell’insegnamento

I principali contenuti del corso sono i seguenti:

1- Inquadramento della qualità nel lean thinking: TQM, SixSigma etc

2-I gap della qualità di Kano per identificare le aree d'intervento

3-Capire la voce del cliente per definire i requisiti di prodotto

4-Strumenti di raccolta e validazione dei dati: visual statistics, istogrammi , Pareto etc

5-Strumenti di analisi e diagnosi: carte di controllo, Ishikawa, Six Sigma etc

6-Metodo di Taguchi

7-Analisi della varianza

8-Gli strumenti del problem solving: brainstorming, diagramma delle affinità. multivoting etc

9-La ricerca delle cause prime: 5Why, diagrammi causa effetto, coefficienti di correlazione, regressione

Gli argomenti trattati saranno oggetto di esercitazioni pratiche

l corso è stato progettato in modo integrato con il corso di Lean nella progettazione e quindi richiede la frequenza simultanea  di entrambi

Metodologia Didattica

Modalità con cui viene accertata l’effettiva acquisizione dei risultati di apprendimento.


Per accedere al syllabus completo entrate nel selfservice studenti